Unioncamere Lombardia

ultimo aggiornamento: 2 Settembre 2016
1° trimestre 2011

Nota metodologica: Con il primo trimestre 2011, in occasione del passaggio alla nuova classificazione delle attività economiche ATECO 2007, sono state introdotte innovazioni metodologiche che hanno richiesto la revisione retrospettiva delle serie storiche già prodotte. Questa revisione dei dati si aggiunge alla consueta revisione trimestrale dipendente dal processo di destagionalizzazione e correzione per i giorni lavorativi che, grazie all’aggiunta di una nuova osservazione, consente una stima migliore del modello di correzione e quindi alla possibile variazione dei dati già pubblicati. Per questo, i dati storici riportati nei documenti seguenti possono presentare uno scostamento maggiore del solito rispetto a quanto pubblicato negli scorsi trimestri.

Analisi congiunturale Industria
Si assesta la crescita della produzione industriale lombarda che procede a piccoli passi: +0,5% la variazione destagionalizzata sul trimestre precedente e +7,5% la variazione su base annua (contro il +9,1% media del 2010). L’indice della produzione risulta pari a 98,9. Il fatturato cresce dell’1,3% rispetto al trimestre precedente e del 10,2% su base annua. Ancora positiva la variazione su base annua degli ordini dall’estero (+4,3%) mentre dall’interno ricompare il segno negativo (-1,2%). In leggero recupero l’occupazione rispetto al trimestre precedente, in parte a causa del concentrarsi a inizio anno di buona parte degli avviamenti, e diminuisce l’incidenza della CIG. Aumenta il divario tra le variazioni dei prezzi di materie prime e prodotti finiti, con evidente pressione sui margini di profitto.

Allegato statistico Industria [pdf 416kb]

 

Analisi congiunturale Artigianato
I livelli produttivi dell’artigianato mantengono una variazione tendenziale positiva (+2,8%), ma si attenua l’intensità della crescita rispetto al dato di fine 2010. Positivo l'andamento del tasso di utilizzo degli impianti, che supera la soglia del 70%. Gli ordini interni rimangono in crescita, anche se l’incremento è contenuto entro il punto percentuale (+0,7%). Infine, il fatturato conferma il quadro di assestamento decon un incremento del 3,8% in questo primo quarto dell’anno.

 

Analisi congiunturale Agricoltura
Il 2011 si apre con segnali positivi confermando il consolidamento di un aripresa che inizia però a perdere intensità. Sia a livello congiunturale che tendenziale , infatti, le valutazioni espresse dai testimoni privilegiati intervistati sono ancora complessivamente positive, ma non risultano migliorate rispetto agli ultimi due trimestre di ripresa. Le performance del settore agricolo lombardo risultano essere più posotove di quelle rilevate a livello nazionale da ISMEA, a conferma che l'agricoltura lombarda sta uscendo meglio delle altre regioni  dalla crisi che aveva caratterizzato il 2009.