Unioncamere Lombardia

ultimo aggiornamento: 2 Settembre 2016
3 trimestre 2015

Analisi congiunturale industria
Dati positivi ma in decelerazione nel terzo trimestre 2015. La produzione cresce dello 0,2% rispetto al trimestre precedente e dell’1,7% tendenziale. Stabili le imprese artigiane con una variazione nulla sul trimestre precedente e un incremento dello 0,9% tendenziale.
Gli ordini dall’estero crescono dello 0,5% congiunturale e del 2,4% tendenziale. L’unico segnale negativo viene dagli ordini interni rispetto al trimestre precedente (-0,1%), mentre sono in crescita su base tendenziale (+0,6%). Conferme positive provengono anche dal fatturato in crescita del 3,0% tendenziale e dello 0,5% congiunturale. In miglioramento le aspettative degli imprenditori per la produzione, l’occupazione e la domanda interna che finalmente registra un saldo positivo dopo quattro anni. Rimangono positive le aspettative sulla domanda estera, ma in lieve diminuzione. Sono stazionari i livelli occupazionali e si riduce il ricorso alla CIG.

Allegato statistico industria [pdf 449KB]

Analisi congiunturale artigianato
Nel terzo trimestre la variazione su base annua dei livelli produttivi della manifattura artigiana lombarda conferma il segno positivo (+0,9%), evidenziando però un rallentamento rispetto alla rilevazione scorsa. In media i primi tre trimestri del 2015 vedono un incremento della produzione pari allo 0,8%, una velocità di recupero in linea con quella registrata nel 2014.
Un discorso analogo vale per il fatturato, dove l’incremento del terzo trimestre (+0,8%) è allineato con quello medio dei primi 9 mesi del 2015 e con il dato annuo del 2014, ma risulta inferiore alla crescita registrata nel trimestre scorso. Il rallentamento è confermato dall’andamento del tasso di utilizzo degli impianti (68,2%) e delle giornate di produzione assicurata (38,6), che rimangono comunque su livelli superiori al 2014. Sul fronte degli ordinativi si registra un brusco arresto dal versante estero (-0,2%), mentre si affievolisce il calo degli ordini interni (-1,5%).

Allegato statistico artigianato [pdf 349KB]

Analisi congiunturale servizi e commercio al dettaglio
Nel terzo trimestre prosegue la fase positiva per il terziario lombardo iniziata a fine 2014-inizio 2015, riflettendo il consolidamento della domanda interna dopo anni di debolezza: i servizi crescono del 2,2% su base annua e il commercio al dettaglio dell'1,7%. A spingere in questo trimestre sono soprattutto gli esercizi non alimentari, che beneficiano della crescita dei consumi di beni durevoli, e il comparto della ricezione e ristorazione, grazie a una stagione turistica favorevole e agli effetti di Expo 2015.
 

  • Allegato statistico servizi [pdf 305KB
  • Allegato statistico commercio al dettaglio [pdf 341KB]

Analisi congiunturale agricoltura
Agricoltura lombarda ancora in crisi, con tutti gli indicatori che si confermano in area negativa, sebbene si registrino dei miglioramenti per quello che riguarda la domanda nazionale e la redditività, probabilmente per i primi effetti a monte della filiera dell’aumento dei consumi alimentari evidenziato nel 2015. D’altra parte la persistente debolezza dei prezzi dei principali prodotti agroalimentari e il rallentamento delle esportazioni contribuiscono ad allontanare una possibile fase di ripresa. Pesano le dinamiche settoriali: le difficoltà del comparto lattiero-caseario influenzano negativamente l’andamento di tutto il settore agricolo, carni bovine e cereali rimangono in difficoltà, mentre migliora la situazione per i suini; bene il vino, anche grazie ai risultati positivi della vendemmia in termini di qualità.