Unioncamere Lombardia

ultimo aggiornamento: 8 Febbraio 2007
Nuove forme di lavoro, nuove figure professionali, nuovi fabbisogni formativi: un'analisi del lavoro atipico sul territorio lombardo

Progetto finanziato dal Fondo Sociale Europeo (Obiettivo 4 - 1998) realizzato da Unioncamere Lombardia per conto della Regione Lombardia.

L'obiettivo della ricerca, condotta dall'IRS (Istituto per la Ricerca Sociale) è quello di analizzare in modo approfondito le caratteristiche della domanda e dell'offerta di lavoro non standard (part-time, contratti a termine, lavoro temporaneo-interinale, contratti di collaborazione), in notevole crescita, in Lombardia e più in generale in Italia.
Il volume si articola in due parti: la prima riguarda il contesto nazionale in confronto ai principali paesi europei; la seconda analizza il caso Lombardia, un'area in cui vi è una forte concentrazione di contratti non standard e che ha avuto un ruolo di anticipazione di alcune tendenze del mercato del lavoro diffuse poi in altre areee del paese.
La ricerca è stata realizzata integrando diverse fonti informative e metodologie sia di tipo quantitativo, sia qualitativo.
Sono state utilizzate fonti statistiche ufficiali e specifiche indagini campionarie svolte sulle imprese e sui lavoratori lombardi inseriti nel mondo del lavoro con contratti non standard.
I risultati che emergono rappresentano quindi la base conoscitiva sulla quale approfondire riflessioni per derivare indicazioni di policy, tendenti a rafforzare il livello di istruzione, aumentare la formazione e l'informazione, migliorare l'organizzazione del lavoro, sostenere la crescita economica.

Il volume dal titolo "Le forme del lavoro - L'occupazione non standard: Italia e Lombardia nel contesto europeo" è disponibile in vendita da Franco Angeli (codice volume: 365.140)

Scarica l'estratto in word [doc 285kb]

Informazioni
Per ulteriori informazioni: studi@lom.camcom.it